Progetto EUFOOD - Comune di Collecchio

Il Comune | Servizi e Uffici | Europa e Relazioni Internazionali | Progetto EUFOOD - Comune di Collecchio

Il progetto EUFOOD ha consentito di riunione cittadini da Comuni tedeschi, croati e italiani. 
Il Comune capofila è stato Collecchio mentre i partner progettuali sono stati il Comune tedesco gemellato Butzbach (regione Assia), il Comune croato di Brotnigla/Verteneglio e un Comune tedesco con cui Collecchio ha condiviso l’esperienza del progetto europeo Go Green now, Wiernsheim (regione del Baden Wuttemberg).

Grazie alle attività aperte al pubblico, conferenza sulla sicurezza alimentare e workshop, gli italiani partecipanti sono stati circa 200 mentre se si considerano coloro che sono venuti a conoscenza del progetto EUFOOD grazie al mercato europeo e alla stampa locale, il numero è decisamente maggiore aggirandosi attorno alle 3000 persone.

Per quanto la partecipazione delle delegazioni partner, 74 persone tedesche  e 5 croati hanno hanno condiviso le attività del progetto.

Per ragioni organizzative, la delegazione svedese è stata impossibilitata a partecipare.  

 

Gli eventi progettuali si sono tenuti a Collecchio con arrivo il 13 e partenza il 17 marzo 2014.  

 

Dopo l’arrivo delle delegazioni nelle giornate del 13 e 14 marzo, la giornata di venerdì 14 marzo è stata dedicata all’incontro del gruppo di coordinamento tra i responsabili delle delegazioni partner del progetto per la pianificazione puntuale e la partecipazione nelle diverse attività previste dal progetto. Nel pomeriggio è stata organizzata una visita di studio presso lo stabilimento Parmalat per conoscere una realtà produttiva del territorio di carattere internazionale.  

La giornata di sabato 15 marzo è stata dedicata alla disseminazione della tematica centrale del progetto, sicurezza alimentare come diritto di ogni cittadino europeo, con l’organizzazione e lo svolgimento di una conferenza pubblica dal titolo “La sicurezza alimentare per la tutela e promozione dei prodotti locali e per favorire lo sviluppo economico del territorio” con la partecipazione di numerosi esperti di livello internazionale.

L’On. Paolo De Castro, presidente della Commissione Agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento Europeo, il responsabile dell’ufficio esecutivo dell’EFSA (European Food Safety Agency), dott. Alberto Spagnoli, la responsabile dell’ufficio informativo sulle politiche europee, dott.ssa Carla Cavallini e i rappresentanti dei maggiori consorzi di tutela dei prodotti tipici dell’area parmense.

Oltre al convegno sono stati organizzati momenti di visita alle realtà produttive locali. Durante il pomeriggio è stato inaugurato il mercato dei prodotti europei inserito in una manifestazione più ampia organizzata dal Comune di Collecchio, durante il quale numerosi cittadini collecchiesi hanno potuto incontrare i rappresentanti delle delegazioni europee, conoscere i loro territori grazie a presentazioni e brochure informative a grazie all’assaggio dei loro prodotti tipici.

La giornata di domenica 16 marzo è stata dedicata alla conoscenza di un prodotto alimentare di eccellenza della zona del Parmense, il culatello, con la visita all’azienda e alle cantine Spigaroli dove è stato spiegato il processo di produzione e di controllo del prodotto.  

La giornata di lunedì 17 ha visto l’incontro tra i rappresentanti delle delegazioni partecipanti per valutare l’esperienza delle giornate progettuali e per i rappresentanti dei Comuni di Collecchio e Butzbach è stata soprattutto l’occasione per pianificare le attività di gemellaggio e gli scambi in ambito scolastico, tra le associazioni e del mondo del produttivo per il 2014 e il 2015.  

 

Non meno importanti per rinsaldare e approfondire i rapporti di gemellaggio, sono stati i momenti ricreativi ed informali, soprattutto grazie all’apporto di varie associazioni e gruppi di cittadini impegnati nel Comitato d gemellaggio. Di particolare successo è stato il concerto di arrivederci della Corale Della pina e le serate ludiche svolte presso la sede dell’associazione locale degli Alpini e dell’associazione 'Il Colle'.


 

 

documenti
link utili
Pubblicato il 
Aggiornato il