'A DAY WITHOUT EUROPE' - Comune di Collecchio

Il Comune | Servizi e Uffici | Europa e Relazioni Internazionali | 'A DAY WITHOUT EUROPE' - Comune di Collecchio

 

Il progetto ‘A day without Europe’ è stato finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma ‘Europa per i cittadini’ (Applicabile all’Asse 2, Misura 2.1, ‘Gemellaggi di città’).

 

Chi

 

Il progetto ha consentito di riunire 88 cittadini, di cui 4 provenienti dalla città di Falkoping (Svezia), 4 della città di Buzet (Croatia), 4 provenienti dalla città di Camarinas (Spagna), 13 dalla città di Wells (Gran Bretagna), 4 dalla città di Ilmajoki-Liiveri (Finlandia), 59 dalla città di Butzbach (Germania) e circa 20 cittadini dalla città italiana di Fontanellato.

 

Dove

 

L’incontro si è svolto a Collecchio (Italia) dal 15 al 19 settembre 2016.

 

Cosa

 

La giornata del 15/9/2016 è stata dedicata all’accoglienza delle delegazioni e alla presentazione della partnership. Sebbene i Comuni europei coinvolti avessero già partecipato a progetti europei o a scambi con il Comune di Collecchio, la rete dei partner si è presentata agli stakeholder locali con la descrizione del Comune e delle politiche essenziali.

 

La giornata del 16/9/2016 è stata dedicata alla conoscenza di alcune associazioni locali da parte dei partner europei e alla presentazione dei programmi Europa dei cittadini e Erasmus+. Discussione e workshop transnazionali tra gli stakeholders locali e i rappresentanti dei partner europei sono stati utili per poter condividere esperienze comuni e pianificare possibili progettualità comuni. Queste attività sono state legate all’obiettivo di cercare di combattere il fenomeno dell’euroscetticismo attraverso il coinvolgimento e la partecipazione attiva cei cittadini nelle attività delle associazioni e nei comitati di gemellaggio.


La giornata del 17/9/2016 si è focalizzata alla discussione delle origini, cause e sviluppi del fenomeno dell’euroscetticismo attraverso un convegno dal titolo “Origini ed effetti dell’euroscetticismo sulla vita dei cittadini europei”.

I relatori del convegno sono esperti universitari e di centri di ricerca; in particolare, il prof. Baldassari ha presentato le ragioni dell’euroscetticismo odierno; il dottor Poluzzi ha spiegato come sarebbe la vita dei cittadini europei senza i diritti offerti dall’UE soprattutto per quanto riguarda le politiche dedicate ai giovani, agli studenti e ai piccoli imprenditori. Le presentazioni dei due relatori possono essere scaricate dalla pagina progettuale.

Per avere un quadro dell’euroscetticismo in alcuni paesi della partnership, tre rappresentanti dei partner europei sono intervenuti. Nello specifico: dottor Norber Kartmann, presidente dell’Assemblea Legislativa della regione Assia che ha parlato dell’importanza delle relazioni di gemellaggio tra regioni e comuni europei per combattere l’euroscetticismo con azioni concrete; la signora Julie Bollini, del Comune di Wells, che ha illustrato l’atmosfera in Gran Bretagna dopo il voto sulla Brexit; il dottor Pascal Tshibanda, esperto di comunicazione del Comune di Falkoping, che ha spiegato come le diverse modalità comunicative possono influenzare i fenomeni dell’euroscetticismo.

Successivamente sono stati proposti momenti di discussione per approfondire il tema sulla base della domande dei cittadini presenti.

Nel pomeriggio, il tema di come combattere l’euroscetticismo è stato avvicinato ai cittadini attraverso l’organizzazione di un “mercato europeo” in cui i partner europei hanno potuto offrire alcuni prodotti tipici del loro territorio. Questa attività è servita ad avvicinare in modo concreto ed informale i cittadini interessati ed incuriositi dalla presenza di cittadini europei. E’ stata anche l’occasione per spiegare il programma Europa per i cittadini, le sue finalità e priorità.
 

La giornata del 18/9/2016 ha visto due attività principali: la partecipazione al mercato europeo con la disseminazione delle attività del progetto e del programma Europa per i cittadini e visite di studio e workshop sul territorio collecchiese e in collaborazione con il partner italiano, il Comune di Fontanellato.


La giornata del 19/9/2016 ha visto lo sviluppo di una sessione finale in cui sono stati sottolineati i momenti più importanti del progetto e possibili follow-up.

 

A livello locale, numerose associazioni hanno partecipato alle attività progettuali: è possibile identificare nel numero di 250 i partecipanti diretti; mentre più di 15.000 persone possono essere considerate come partecipanti indiretti.

 


 

Pubblicato il 
Aggiornato il