Open      
motore di ricerca

Autorizzazione paesaggistica

Responsabile del procedimento: Gabriella Berzioli
Cos'è: I proprietari, possessori o detentori a qualsiasi titolo di immobili o aree sottoposti a tutela ai sensi di legge, hanno l’obbligo di sottoporre all’ente competente (per la Regione Emilia Romagna d al 1 gennaio 2010 le amministrazioni comunali in qualità di enti subdelegati dalla regione stessa) i progetti delle opere che intendono eseguire, corredati dalla documentazione prevista, ai fini di ottenere preventiva autorizzazione ai sensi e per gli effetti dell’art 146 del D.lgs 42/2004. L’autorizzazione paesaggistica è provvedimento autonomo e presupposto rispetto al rilascio degli altri titoli abilitativi per l’intervento proposto. In difetto di essa i lavori non possono essere iniziati.
L’autorizzazione paesaggistica è immediatamente efficace dalla data del rilascio ed è valida per un periodo di anni cinque; qualora i lavori siano iniziati nel quinquennio l’autorizzazione si considera efficace per tutta la durata degli stessi. L’autorizzazione scaduta può essere rinnovata se rientra nel dispositivo previsto al comma 1) art 7 del DPR 31/2017.
L’autorizzazione non è necessaria nei casi previsti ed elencati all’art 149 del D.Lgs 42/04.
Con il decreto del Presidente della Repubblica 13 febbraio 2017, n. 31 in vigore dal 6 aprile 2017 abroga il D.P.R. 09/07/2010, n. 139) è stato emanato il regolamento recante individuazione degli interventi esclusi dall’autorizzazione paesaggistica (interventi riportati nell’ Allegato “A” ) o da sottoporre a procedura autorizzatoria semplificata ( interventi riportati nell’Allegato “B”), con l’obbiettivo di razionalizzare e semplificare gli adempimenti connessi al rilascio dell’autorizzazione paesaggistica.
L’istanza presentata ai fini del rilascio dell’autorizzazione semplificata deve essere corredata da relazione paesaggistica semplificata redatta, da tecnico abilitato, sulla Scheda tipo allegata al DPR 31/2017 (Allegato “D”).
L’istanza presentata in procedura ordinaria deve seguire le indicazioni per la redazione della relazione paesaggistica di cui al DPCM 12/12/2005.
Chi può richiederlo: La richiesta di rilascio autorizzazione deve essere presentata ai sensi commi 1, 2 dell’ art 146 del D.lgs 42/2004 dal proprietario degli immobili o dai detentori a qualsiasi titolo di immobili o aree sottoposti a tutela ai sensi di legge.
Come si richiede : La domanda di rilascio autorizzazione paesaggistica deve essere presentata utilizzando l’apposito modulistica da ritirare presso lo Sportello Unico per l’Edilizia oppure scaricabile dal link in allegato. La domanda deve essere protocollata e presentata in bollo.
Tempi: Secondo le specifiche previste dall’art. 146 del d. lgs 42/2004 per i provvedimenti in procedura ordinaria
Secondo le specifiche previste dal DPR 31/2017 per i provvedimenti in procedura semplificata (entro 60 giorni dal ricevimento dell’istanza)
Nel caso in cui la documentazione sia incompleta, si determina l’improcedibilità della domanda che viene comunicata al richiedente.
Documentazione rilasciata: L’avviso di ritiro del provvedimento, avviene tramite lettera raccomandata o PEC al richiedente , nell’avviso sono precisate le modalità, i tempi per il ritiro e il contributo dovuto per il rilascio pari a € 40,00. L’Autorizzazione paesaggistica è rilasciata, in bollo, dallo Sportello Unico dell’Edilizia
Dove rivolgersi: Sportello Unico dell’Edilizia, sede municipale di piazza Repubblica n. 1 - 2° piano, telefono 0521 301150, fax 0521 301121, sue@comune.collecchio.pr.it
Orari di apertura al pubblico: Segreteria - martedì, giovedì e venerdì, ore 9-13 e martedì pomeriggio, ore 15-17;
Tecnici - martedì e venerdì, ore 9-13
Riferimenti legislativi (Normativa): D.Lgs 22 gennaio 2004, n. 42 “Codice dei beni culturali e del paesaggio”
DPCM 12 dicembre 2005
Legge Regionale 30 luglio 2013 n° 15 "Semplificazione della disciplina edilizia"
DPR 13 febbraio 2017, n. 31 “Regolamento recante individuazione degli interventi esclusi dall'autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzato ria semplificata”
Moduli Collegati al Procedimento
  • Soggetto titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia
  • Titolare del potere sostitutivo: Dott. Adolfo Dino, Segretario Generale
  • Telefono: 0521 301124
  • Email: segreteria@comune.collecchio.pr.it
  • Modalità di attivazione del potere sostitutivo: possono attivare il potere sostitutivo i cittadini che hanno presentato istanza quando, essendo scaduti i termini per la conclusione del relativo procedimento, il Responsabile dello stesso non ha ancora emanato il provvedimento finale; la richiesta di attivazione del potere sostitutivo può essere presentata al Segretario Generale tramite posta elettronica all'indirizzo segreteria@comune.collecchio.pr.it
  • Unità organizzativa responsabile dell’istruttoria: Edilizia Privata
  • Responsabile dell'ufficio: Arch. Claudio Nemorini
  • Telefono: 0521 301233
  • Email: c.nemorini@comune.collecchio.pr.it
  • Ufficio competente all'adozione del provvedimento finale: Edilizia Privata
  • Responsabile del provvedimento finale: Arch. Claudio Nemorini
  • Telefono: 0521 301233
  • Email: c.nemorini@comune.collecchio.pr.it
Pubblicato il martedì 13 settembre 2016
Aggiornato il martedì 28 marzo 2017