Open      
motore di ricerca

Cambiamento di nome e cognome

Cos'è: Chiunque intenda cambiare il nome o aggiungere al proprio un altro nome o cambiare il cognome perché ridicolo, vergognoso, o perché rivela origine naturale deve rivolgersi alla Prefettura.
E' necessario presentare domanda al Prefetto della provincia del luogo di residenza o al Prefetto nella cui circoscrizione è situato l'ufficio dello stato civile dove si trova registrato l'atto di nascita al quale la richiesta si riferisce.
Le modifiche hanno effetto solo dal momento della trascrizione nel registro di stato civile del Comune di residenza.
Se l’istanza è relativa a minorenni, la stessa deve essere presentata congiuntamente dai genitori.
Come si richiede : Per la richiesta di variazione è necessario seguire la seguente procedura:

1. l'interessato deve presentare domanda in al Prefetto della provincia di residenza, completa di motivazioni che portano il cittadino alla richiesta di cambiare il proprio nome o cognome;

2. se la richiesta risulta meritevole di considerazione il richiedente viene autorizzato a far pubblicare, per 30 giorni consecutivi, all'Albo Pretorio online del comune di nascita e del comune di residenza (se diverso), un avviso contenente il sunto della domanda;

3. trascorsi i 30 giorni senza che sia stata fatta opposizione, il richiedente deve presentare i seguenti documenti alla Prefettura competente:

- copia dell'avviso con relazione che attesta l'avvenuta affissione e la sua durata;

- prova delle eseguite notificazioni se prescritte.

Il Prefetto può accogliere o respingere la domanda con apposito decreto. La richiesta ha carattere eccezionale ed è ammessa esclusivamente in presenza di situazioni oggettivamente rilevanti, supportate da adeguata documentazione e da significative motivazioni. La domanda può essere presentata solo da cittadini italiani.



I decreti che autorizzano il cambiamento o la modifica del cognome per produrre i loro effetti devono essere trascritti, su richiesta degli interessati, nell'atto di nascita del richiedente, nell'atto di matrimonio del medesimo e negli atti di nascita di coloro che ne hanno derivato il cognome.

Se la nascita o il matrimonio dell'interessato è avvenuto in altro comune, diverso da quello di residenza, l'ufficiale dello stato civile del luogo di residenza deve dare prontamente avviso del cambiamento o della modifica all'ufficiale dello stato civile del luogo della nascita o del matrimonio per effettuare analoga annotazione.
Dove rivolgersi: INFORMAZIONI
Prefettura di Parma, strada Repubblica 39 – 43121 Parma
tel. 0521/2194; fax 0521/219477; protocolloprefpr@pec.interno.it
  • Soggetto titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia
  • Titolare del potere sostitutivo: Dott. Adolfo Dino, Segretario Generale
  • Telefono: 0521 301124
  • Email: segreteria@comune.collecchio.pr.it
  • Modalità di attivazione del potere sostitutivo: possono attivare il potere sostitutivo i cittadini che hanno presentato istanza quando, essendo scaduti i termini per la conclusione del relativo procedimento, il Responsabile dello stesso non ha ancora emanato il provvedimento finale; la richiesta di attivazione del potere sostitutivo può essere presentata al Segretario Generale tramite posta elettronica all'indirizzo segreteria@comune.collecchio.pr.it
  • Unità organizzativa responsabile dell’istruttoria: Stato Civile
  • Responsabile dell'ufficio: Dott. Filippo Botti
  • Telefono: 0521 301202
  • Email: f.botti@comune.collecchio.pr.it
  • Ufficio competente all'adozione del provvedimento finale: Stato Civile
  • Responsabile del provvedimento finale: Dott. Filippo Botti
  • Telefono: 0521 301202
  • Email: f.botti@comune.collecchio.pr.it
Pubblicato il giovedì 25 agosto 2016
Aggiornato il giovedì 25 agosto 2016