Open      
motore di ricerca

Novità per i servizi scolastici ed extra scolastici

Novità per i servizi scolastici ed extra scolastici

Approvato in Consiglio Comunale il nuovo regolamento che definisce i principi generali e le norme specifiche per l’accesso ed il funzionamento dei servizi scolastici ed extrascolastici forniti agli alunni delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di 1° grado del territorio comunale di Collecchio.


Refezione scolastica, trasporto scolastico, tempo prolungato scuola infanzia e primaria, centri ricreativi estivi, rette della scuola dell’infanzia e servizio per genitori e bambini della fascia 0-3 anni ‘Casette blu’: per la prima volta si regolamenta complessivamente tutto ciò che attiene ai diversi servizi, specificando le rispettive responsabilità del Comune e degli utenti, le modalità di accesso e le tariffe, le informazioni relative ad iscrizioni e ritiri, le sanzioni rischiate a fronte di comportamenti scorretti e, più in generale, le conseguenze derivanti dal non rispetto dei termini e delle norme indicate nel regolamento stesso.

L’obiettivo generale che ha guidato le scelte e i dettagli inseriti nel regolamento,poggiano su di un approccio totalmente improntato a garantire piena equità sia tra coloro che usufruiscono dei servizi, sia nei confronti di chi non vi accede ma comunque partecipa come residente e contribuente alla vita pubblica di Collecchio.


In questo senso si inserisce la nuova modalità di concessione dei diversi servizi, dalla mensa al trasporto, assicurati unicamente in presenza di regolarità dei pagamenti degli anni precedenti.

Ciò non sta a significare, sempre nell’ottica dell’equità, che nel caso qualcuno sia in debito gli sarà negato il servizio: verranno infatti considerati in regola anche tutti coloro che presenteranno domanda di rateizzazione, rispettandone le scadenze.

Da non sottovalutare la comoda opportunità, dal nuovo anno scolastico, di iscrivere i figli ai servizi di refezione e trasporto all’inizio di ogni ciclo scolastico con validità per l’intero ciclo: così, chi richiede ad esempio la mensa il primo anno della primaria è considerato iscritto fino al quinto, a meno che non subentri un ritiro da parte della famiglia.

Tra le novità da tenere in memoria è la necessità, dall’anno scolastico 2017-2018, di presentare l’ISEE per farsi applicare la tariffa adeguata del servizio mensa, essendo passati ad una nuova e più puntuale suddivisione in scaglioni di reddito: fino a 3.000,00 euro annui c’è l’esenzione totale, da 3.000,01 a 8.000,00 Euro la tariffa è di 3,00 Euro a pasto mentre da 8.001,00 fino a 30.000,00 Euro si parte da una tariffa minima di 5,00 Euro a pasto incrementata proporzionalmente con l’aumento dell’ISEE fino ad un massimo di 5,90 Euro in presenza di ISEE oltre i 30.000,00 Euro.

A ulteriore miglioramento dell'equità delle tariffe dei servizi, sono state introdotte anche agevolazioni a sostegno della famiglie numerose, qualora all'interno del medesimo nucleo siano presenti bambini che usufruiscono dei medesimi servizi, veri e propri pacchetti di riduzione che si applicano solo alle famiglie residenti e sempre in proporzione all’ISEE.

In particolare, in base alla frequenza effettiva dei servizi della scuola dell’infanzia sono concesse riduzioni in caso di assenze per giorni consecutivi: alle già previste percentuali del 50% in caso di 30 giorni e del 30% in caso di 15 giorni, si aggiunge la riduzione del 10% in caso di assenza per 7 giorni consecutivi anche su due mesi.


È bene ricordare che l’Amministrazione effettua controlli anche a campione sulle autodichiarazioni contenute nella domanda di accesso ai servizi e nella documentazione allegata: in caso di false dichiarazioni, il dichiarante decade dai benefici acquisiti ed incorre nelle sanzioni previste dalla legge.

Il regolamento è scaricabile qui in allegato in versione integrale.


ALLEGATI
Tabelle ISEE anno scolastico 2017-2018 Formato pdf Scarica il documento - formato pdf - 226 Kb
Pubblicato il mercoledì 18 gennaio 2017
Aggiornato il mercoledì 15 febbraio 2017