Nuovo Coronavirus: tutto quello che c'è da sapere - Comune di Collecchio

notizie - Comune di Collecchio

Nuovo Coronavirus: tutto quello che c'è da sapere

VENERDÌ 27 MARZO 2020, ORE 17.30

CURA DEGLI ANIMALI D'AFFEZIONE

Il Ministero della Salute ha chiarito le disposizioni per la cura degli animali d'affezione durante l'emergenza da Coronavirus.

QUI TUTTI I DETTAGLI


VENERDÌ 27 MARZO 2020, ORE 9.30

IMPRESE ECONOMICHE ANCORA IN ATTIVITÀ

La Prefettura di Parma fornisce istruzioni utili alle Aziende che producono beni e/o servizi funzionali ad assicurare la continuità delle filiere essenziali, per la compilazione delle comunicazioni di prosecuzione attività o della richiesta di autorizzazione.

QUI TUTTI I DETTAGLI


GIOVEDÌ 26 MARZO 2020, ORE 17.30

NUOVO MODULO PER L'AUTO DICHIARAZIONE

Il nuovo modulo, aggiornato in base alle norme introdotte dal D.L. 19 del 25 marzo 2020 prevede, oltre alla dichiarazione di non essere sottoposti alla quarantena e di non essere positivo, anche la consapevolezza - oltre alle misure disposte dal governo nazionale - anche di eventuali provvedimenti adottati dai Presidenti delle Regioni coinvolte in eventuali spostamenti nel territorio, dunque quella da cui ci si sposta e quella in cui si arriva che potrebbero avere adottato ulteriori limitazioni.


Il modulo esplicita tutta una serie di situazioni di necessità per cui è consentito lo spostamento in modo da evitare interpretazioni diverse. Tra gli stati di necessità sono compresi, ad esempio, il rientro dall'estero, le denunce di reati, gli obblighi di affidamento di minori, l'assistenza a congiunti o persone con disabilità.

 

Cambia infine anche il riferimento alle sanzioni, ora multe amministrative, e non più penali, previste per chi viola le norme.


GIOVEDÌ 26 MARZO 2020, ORE 9.45

DECRETO DELLA PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE

Con Decreto della Presidenza della Giunta regionale è stata emessa l’Ordinanza n. 49 del 25 Marzo 2020 (testo integrale QUI) sono aggiornate le misure per il trasporto pubblico e prorogato al 3 Aprile il contenuto del decreto n. 35 del 14 Marzo 2020 (testo integrale QUI).

 

In sintesi sono previste ulteriori riduzioni del servizio ferroviario regionale e dei bus, taxi e noleggio con conducente anche per la consegna di beni di prima necessità.

 

TRASPORTO PUBBLICO, TRENI

Nessuna variazione fino al 29 marzo compreso; dal 30 Marzo fino al 3 Aprile la programmazione del servizio ferroviario regionale sarà ridotto, garantendo il servizio giornaliero per le esigenze di spostamento dei lavoratori nella fascia mattutina, oltre all’accessibilità ai turnisti e a coloro che operano in attività ritenute essenziali.

 

AUTOBUS

Confermate le disposizioni previste nell’Ordinanza n. 39 del 16 Marzo 2020 (testo integrale QUI) e anche le modalità di accesso ai mezzi: salita dalla porta posteriore e a bordo la distanza di sicurezza.

 

TAXI E NOLEGGIO CON CONDUCENTE

Rimane valido quanto definito nell’Ordinanza n. 39 del 16 Marzo 2020 (testo integrale QUI), con la raccomandazione agli Enti Locali di rimodulare l’offerta di servizio, prevedendo riduzioni e comunque garantendo i servizi minimi essenziali.

Rispettando le modalità per la prevenzione del contagio degli operatori e degli utenti, taxi e NCC possono essere utilizzati anche per la consegna a domicilio di beni di prima necessità.

 

Tutto ciò che non è espressamente oggetto di modifiche o integrazioni, resta in vigore.


GIOVEDÌ 26 MARZO 2020, ORE 9.45

ELENCO AGGIORNATO DELLE  ATTIVITÀ SOSPESE

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha definito alcune modifiche all’allegato 1 del Dpcm del 22 Marzo 2020, dove si individuano i codici Ateco delle attività non sospese.

Alle categorie di imprese che per effetto del nuovo decreto del Mise (testo integrale QUI) dovranno sospendere la propria attività, sarà consentita la possibilità di ultimare le attività necessarie alla sospensione, inclusa la spedizione della merce in giacenza, fino alla data del 28 marzo 2020.


MERCOLEDÌ 25 MARZO 2020, ORE 15.45

CHIUSO IL CENTRO DI RACCOLTA RIFIUTI ALLE SOLE UTENZE DOMESTICHE

Allo scopo di evitare il più possibile assembramenti di persone quali potenziali vettori di propagazione del Coronavirus, con ordinanza sindacale n. 15/2020 (vedi QUI), la chiusura del Centro di Raccolta dei Rifiuti di Collecchio è stata prorogata fino al 3 Aprile 2020 compreso.

Il provvedimento di chiusura riguarda esclusivamente le UTENZE DOMESTICHE, mentre resta consentito l'accesso alle ditte e alle aziende del territorio.


MERCOLEDÌ 25 MARZO 2020, ORE 9.00

NEWS DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI DEL 24 MARZO 2020

Durante il Consiglio dei Ministri del 24 marzo 2020 è stato approvato il decreto legge n. 19 (testo integrale QUI) che introduce la possibilità di adottare uno o più provvedimenti -  tra quelli specificati nel decreto stesso che già tutti conosciamo - anche per singole parti del territorio nazionale per periodi predeterminati e reiterabili.

L’applicazione potrà essere modulata in aumento o in diminuzione secondo l’andamento epidemiologico del virus, in base a criteri di adeguatezza specifica e principi di proporzionalità al rischio effettivamente presente.

Inoltre, per situazioni sopravvenute di aggravamento del rischio sanitario, i Presidenti delle Regioni possono emanare ordinanze contenenti ulteriori restrizioni.

 

SANZIONI tutto il territorio nazionale:

- salvo che il fatto costituisca reato, il mancato rispetto delle misure di contenimento è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 400 a 3.000 Euro;

- nei casi di mancato rispetto delle misure previste per pubblici esercizi o attività produttive o commerciali, si applica altresì la sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell’esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni; in caso di reiterata violazione della medesima disposizione la sanzione amministrativa è raddoppiata e quella accessoria è applicata nella misura massima;

-la violazione intenzionale del divieto assoluto di allontanarsi dalla propria abitazione o dimora per le persone sottoposte a quarantena perché risultate positive al virus è punita con la reclusione da uno a cinque anni (di cui all'articolo 452, primo comma, n. 2, del codice penale);


DOMENICA 22 MARZO 2020, ORE 21.30

CORONAVIRUS-DPCM 22 MARZO 2020: ULTERIORI MISURE URGENTI DI CONTENIMENTO DEL CONTAGIO SULL’INTERO TERRITORIO NAZIONALE

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha emanato il nuovo Dpcm del 22 Marzo 2020 per il contenimento del contagio da Coronavirus, valido sull’intero territorio nazionale.

 

ATTENZIONE

Le prescrizioni contenute nel Decreto (testo integrale QUI) sono in vigore dal 23 Marzo 2020 al 3 Aprile 2020 compresi e la loro violazione è un reato punibile ai sensi dell’art. 650 del Codice Penale.

A seguire, la sintesi delle disposizioni che si aggiungono o modificano le precedenti, che restano comunque in vigore:

 

VIETAT0

- a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un Comune diverso rispetto a quello in cui attualmente si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute;

 

SOSPESE

- le attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di quelle indicate nell’allegato 1, che possono comunque proseguire se organizzate in modalità a distanza o lavoro agile;

- l’apertura di musei e luoghi della cultura;

- l’istruzione se non erogata a distanza o in modalità da remoto;

 

CONSENTITE/CONFERMATE

- prevalentemente in lavoro agile e con la garanzia dei soli servizi indifferibili le pubbliche amministrazioni (vedi DL 18/2020art. 87 e Ordinanza Ministero della Salute 20/3/2020);

- quanto disposto per le attività commerciali (vedi DPCM 11/3/2020 e Ordinanza Ministero della Salute 20/3/2020);

- le attività professionali (vedi DPCM 11/3/2020, art. 1, p. 7);

- le attività che assicurano la continuità delle filiere di quelle non sospese (all’allegato 1), nonché i servizi di pubblica utilità e i servizi essenziali (vedi L. 146/1990);

- l’attività di produzione, trasporto, commercializzazione e consegna di farmaci, tecnologia sanitaria e dispositivi medico-chirurgici nonché di prodotti agricoli e alimentari ed ogni funzionale a fronteggiare l’emergenza;

-  le attività degli impianti a ciclo produttivo continuo;

-  le attività dell’industria dell’aerospazio e della difesa, nonché le altre attività di rilevanza strategica per l’economia nazionale;


SABATO 21 MARZO 2020, ORE 12

CORONAVIRUS-ORDINANZA DEL SINDACO N. 13/2020:
CHIUSURA DEI CIMITERI COMUNALI

In considerazione del fatto che in Italia i casi di Coronavirus sono in costante aumento e coinvolgono anche il territorio del Comune di Collecchio e dei Comuni limitrofi, allo scopo di evitare gli assembramenti, il Sindaco ha ordinato la chiusura al pubblico di tutti i cimiteri comunali, garantendo l’erogazione dei servizi istituzionali di gestione dei servizi cimiteriali quali il trasporto, ricevimento, inumazione e tumulazione di feretri.

Al momento del ricevimento del feretro stesso, è consentito l’accesso ai cimiteri soltanto ad un numero di persone non superiore a cinque, che lo accompagnano per il successivo servizio di inumazione o tumulazione.

Resta consentito l’accesso all’ufficio per i servizi cimiteriali, situato all’interno del cimitero del capoluogo, ad una persona per volta, per il solo disbrigo delle pratiche urgenti e indifferibili.

In allegato, il testo integrale dell’ordinanza.


SABATO 21 MARZO 2020, ORE 10.30

CIMITERI, ATTIVITÀ COMMERCIALI MERCATI:

DECRETO DELLA PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE

Con Decreto della Presidenza della Giunta regionale è stata emessa l’Ordinanza n. 45 del 21 Marzo 2020 (testo integrale QUI) in tema di contrasto alla diffusione del Coronavirus.

 

A partire dal 22 Marzo e sino al 3 Aprile 2020 compresi, si specifica che:

 

- CHIUSI al pubblico i cimiteri comunali, con garanzia dell’erogazione dei servizi di trasporto, ricevimento, inumazione, tumulazione, cremazione delle salme.;

- SOSPESE NEI GIORNI FESTIVI tutte le attività di commercio al dettaglio e all’ingrosso, comprese le attività di vendita di prodotti alimentari; escluse dal divieto le farmacie, le parafarmacie e le edicole;

- SOSPESI tutti i mercati ordinari e straordinari, inclusi quelli di prodotti alimentari;


VENERDÌ 20 MARZO 2020, ORE 20.30

DECRETO DEL MINISTERO DELLA SALUTE

Il Ministero della Salute ha emesso l’ordinanza del 20 Marzo 2020 (testo integrale qui), valida dal 21 al 25 Marzo compreso, in tema di contrasto alla diffusione del Coronavirus.

 

Nello specifico si dispone:

- il divieto d’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici;

- il divieto all’attività ludica o ricreativa all'aperto; resta consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona;

- la chiusura degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, posti all'interno delle stazioni ferroviarie e lacustri, nonché nelle aree di servizio e rifornimento carburante, con esclusione di quelli situati lungo le autostrade, che possono vendere solo prodotti da asporto da consumarsi al di fuori dei locali; restano aperti quelli siti negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro;

- il divieto ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza nei giorni festivi e prefestivi, nonché in quelli immediatamente precedenti o successivi a tali giorni;


VENERDÌ 20 MARZO 2020, ORE 14.30

ACQUISTO FARMACI: NUOVA MODALITÀ ‘AGILE’ PER I CITTADINI

L’Amministrazione comunale, in accordo con i medici di famiglia della Casa della Salute, l’Azienda Pedemontana Sociale e tutte le farmacie del territorio di Collecchio, introduce una nuova procedura in aiuto dei cittadini che ancora non hanno attivato il Fascicolo Sanitario Elettronico.

Nell’ottica di un concreto e costante sostegno ai cittadini di tutte le età e condizione ed in linea con il principio di ridurre al massimo gli spostamenti, anche se legati a necessità, è stata organizzata una nuova modalità che permette di uscire di casa e recarsi direttamente in farmacia, senza passare a ritirare ricette alla Casa della Salute.

Il servizio è gratuito.

 

Nel merito, si ringraziano per la pronta e totale collaborazione i medici della medicina di base di Collecchio ed il loro staff, le farmaciste ed i farmacisti di tutto il territorio che si stanno dedicando ai bisogni dei cittadini con uno spirito di servizio impareggiabile e l’azienda Pedemontana Parmense che, dall’inizio di questa difficile situazione, ha riorganizzato le proprie risorse a beneficio dell’intera comunità, a partire dai più fragili, dai malati e dagli anziani soli. 

 

PER IL FUNZIONAMENTO NEL DETTAGLIO QUI


MERCOLEDÌ 18 MARZO 2020, ORE 21.15

CONTRASTO AGLI ASSEMBRAMENTI:
DECRETO DELLA PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE

Con Decreto della Presidenza della Giunta regionale è stata emessa l’Ordinanza n. 41 del 18 Marzo 2020 (testo integrale qui) in tema di contrasto alle forme di assembramento di persone relativamente alla gestione dell'emergenza sanitaria legata alla diffusione del Coronavirus.

 

A partire dal 19 Marzo e sino al 3 Aprile 2020 compresi, si specifica che:

 

- sono chiusi al pubblico parchi e giardini pubblici;

- l’uso della bicicletta e lo spostamento a piedi sono consentiti ESCLUSIVAMENTE per le motivazioni già ammesse per gli spostamenti delle persone fisiche (lavoro, ragioni di salute o altre necessità come gli acquisti di generi alimentari);

- nel caso di attività motoria, intesa come passeggiata per ragioni di salute, o l’uscita con l’animale di compagnia per le sue esigenze fisiologiche, si è OBBLIGATI a restare in prossimità della propria abitazione;

 

In relazione all’apertura già ammessa degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande nelle aree di servizio e di rifornimento carburante, la stessa è:

- consentita lungo la rete autostradale e lungo la rete delle strade extraurbane principali;

- consentita limitatamente alla fascia oraria dalle 6 alle 18,  dal lunedì alla domenica, per gli esercizi posti lungo le strade extraurbane secondarie;

- vietata nelle aree di servizio e rifornimento ubicate nei tratti stradali comunque classificati che attraversano centri abitati;


MERCOLEDÌ 18 MARZO 2020, ORE 15.30

REGIONE EMILIA-ROMAGNA: FARMACI A DOMICILIO E RICETTE

La Regione Emilia Romagna ha fornito indicazioni per facilitare la consegna di farmaci e dispositivi al domicilio come ulteriore misura rivolta a ridurre i rischi da contagio legati agli spostamenti.

I provvedimenti  mirano a ridurre la necessità di spostarsi dal proprio domicilio per ritirare farmaci, dispositivi di assistenza protesica e integrativa o per visite ambulatoriali non urgenti.

In particolare:

- è stata attivata la ricetta dematerializzata anche per molti farmaci per cui era richiesta la ricetta “rossa” prescritti  da medici di base e pediatri. Non è necessario ritirare presso il medico  il promemoria cartaceo della prescrizione ma con la sola trasmissione del NRE (Numero Ricetta Elettronica) e Codice Fiscale, i pazienti  possono ritirare i farmaci anche se non hanno attivato il Fascicolo Sanitario Elettronico;

- è stata prorogata per 3 mesi la validità dei Piani Terapeutici per i farmaci e di 6 mesi i Piani Terapeutici per Dispositivi medici senza necessità di visita specialistica per il rinnovo  (salvo per  i pazienti per i quali sarà ritenuta necessaria una rivalutazione della terapia in corso).

Tutti i dettagli nella nota in allegato.


MERCOLEDÌ 18 MARZO 2020, ORE 9.15

CORONAVIRUS - DECRETO LEGGE ‘CURA ITALIA’:

MISURE DI POTENZIAMENTO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE
E DI SOSTEGNO ECONOMICO PER FAMIGLIE, LAVORATORI E IMPRESE

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il nuovo Decreto Legge n. 18 del 17 Marzo 2020 (QUI  il testo integrale)  che introduce nuovi importanti provvedimenti su quattro fronti principali, oltre a specifiche misure settoriali:

- Finanziamento e potenziamento del Sistema Sanitario Nazionale, della Protezione civile e degli altri soggetti pubblici impegnati sul fronte dell’emergenza;

- Sostegno all’occupazione e ai lavoratori per la difesa del lavoro e del reddito;

- Supporto al credito per famiglie e micro, piccole e medie imprese, tramite il sistema bancario e l’utilizzo del fondo centrale di garanzia;

- Sospensione degli obblighi di versamento per tributi e contributi nonché di altri adempimenti fiscali ed incentivi fiscali per la sanificazione dei luoghi di lavoro e premi ai dipendenti che restano in servizio.

I provvedimenti si aggiungono a quelli già adottati d’urgenza dal Governo per evitare che la crisi transitoria delle attività economiche - indotta dall’attuale epidemia - produca effetti permanenti sulle imprese dei settori maggiormente colpiti.

In particolare, con i precedenti interventi sono stati sospesi adempimenti tributari e pagamenti di contributi e mutui per gli abitanti della ex ‘zona rossa’, sono stati aperti gli ammortizzatori sociali a soggetti che in condizioni ordinarie non ne beneficiano, sono state potenziate le modalità di lavoro a distanza ed è stato garantito sostegno al settore del turismo.


MARTEDÌ 17 MARZO 2020, ORE 15.30

CHIUSO IL CENTRO DI RACCOLTA RIFIUTI ALLE SOLE UTENZE DOMESTICHE

Allo scopo di evitare il più possibile assembramenti di persone quali potenziali vettori di propagazione del Coronavirus, con ordinanza sindacale n. 11/2020 (vedi QUI) il Centro di Raccolta dei  Rifiuti di Collecchio è stato chiuso fino al 25 Marzo 2020 compreso.

Il provvedimento di chiusura riguarda esclusivamente le UTENZE DOMESTICHE, mentre resta consentito l'accesso alle ditte e alle aziende del territorio.


MARTEDÌ 17 MARZO 2020, ORE 13.30

NUOVO MODELLO PER L'AUTO DICHIARAZIONE SUGLI SPOSTAMENTI

Il Ministero dell’Interno ha predisposto il modulo, aggiornato agli ultimi Decreti in materia, che occorre per giustificare il movimento fuori dalla propria abitazione (QUI in allegato).

Se non lo si può stampare, è possibile copiare a mano il testo su un foglietto.

In caso di controllo, è sempre possibile fare una auto dichiarazione verbale alle forze dell'ordine, che sarà poi verificata.


LUNEDÌ 16 MARZO 2020, ORE 15.30

AVVISO - ATTIVITÀ DI CONSEGNE A DOMICILIO

Nel rispetto rigoroso della normativa vigente, per agevolare la vita quotidiana dei cittadini che devono restare a casa salvo urgenze, è predisposto un elenco di attività che effettuano il servizio di consegna a domicilio.

ATTENZIONE

L’elenco resta aperto all’aggiornamento per le attività che richiedano di essere inserite o alle modifiche per quelle già presenti: per procedere occorre inviare una mail a comunicazione@comune.collecchio.pr.it con indicato il nome dell’attività, il recapito telefonico e/o mail ed eventuali altre specifiche.

Le modalità di consegna e ritiro dovranno rispettare le prescrizioni di distanza ed igiene previste dalla legge.

Per visionare l’elenco scaricare l'allegato.


LUNEDÌ 16 MARZO 2020, ORE 12.30

ATTENZIONE - INFO FARMACIE

A seguito dell’emergenza Coronavirus le farmacie del territorio di Collecchio continuano a garantire il servizio ai consueti orari con accesso strettamente regolato.

La scelta si rende necessaria per ridurre le possibilità di diffusione del virus anche tra i farmacisti stessi che, in caso contagio, dovrebbero sospendere un servizio fondamentale per l’intera comunità.

Attualmente la loro organizzazione prevede per la Comunale e la Donetti i battenti chiusi mentre la San Giorgio di Ozzano i battenti aperti.

Nell’occasione si raccomanda di mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro durante l’attesa.

 

Chi ha la febbre o sintomi respiratori non deve uscire: per loro, come per le persone non autosufficienti o di oltre 65 anni o sottoposte a quarantena è attiva la consegna GRATUITA a domicilio dei farmaci in accordo con la Croce Rossa Italiana (C.R.I.), chiamando il Numero Verde 800 065510.

 

I contatti delle farmacie sul territorio, che ricevono anche prenotazioni via mail, sono:

COMUNALE

fisso 0521 805830

cellulare 351 8168163 (anche messaggio Whatsapp)

farmacia@comune.collecchio.pr.it
farmaciacollecchio@gmail.com

DONETTI

fisso 0521 805315

farmacia.donetti@gmail.com

FARMACIA SAN GIORGIO (Ozzano Taro)

fisso 0521 809171

cellulare 379 1463678 (anche messaggio Whatsapp)

farmaciasangiorgiosnc@gmail.com


DOMENICA 15 MARZO 2020, ORE 19.30

MISURE DA ADOTTARE PER LE AZIENDE

 

La Regione Emilia-Romagna ha predisposto le indicazioni per le Aziende ai fini dell’adozione di misure per il contenimento del contagio da Coronavirus.

 

Tutti i dettagli delle misure da osservare QUI (link del sito dell'Unione Pedemontana Parmense).


 


Pubblicato il 
Aggiornato il