'Soul Music - dal lato opposto' - Comune di Collecchio

notizie - Comune di Collecchio

'Soul Music - dal lato opposto'

'Soul Music - dal lato opposto'

Soul è la storia della formazione di un gruppo di musica soul nella Puglia degli anni ‘90.

Abbiamo da poco superato quel maledetto decennio così edonistico da dissipare i valori della nostra cultura contadina, che non si è preoccupato di instaurare punti di riferimento per le nuove leve che si ritrovano a seguire, in assenza di altro, ciò che il mercato offre.

In modo totalmente intuitivo un gruppo di ragazzi, al centro del nuovo racconto di Oscar De Summa, rifiuta l’andamento del flusso di massa che ha reso tutto “commerciale” - dal vestiario alla musica, dalle letture alle abitudini giovanili - per andare controtendenza, nella direzione opposta, alla ricerca non del nuovo, ma del vecchio consolidato, della tradizione che va scomparendo, scavando tra le leggende di quei cantanti così mitici che hanno posto le basi di tutta la musica rock che si svilupperà negli anni a seguire.

Il problema della band sarà quello di trovare un cantante adeguato. Trovata la voce giusta, ben presto i ragazzi si rendono conto che, a discapito dell’affidabilità di questa voce nel momento in cui si esprime, come persona risulta totalmente inaffidabile, sempre in lotta con se stessa e con il proprio demone interiore che non gli permette di vivere appieno la quotidianità e soprattutto le relazioni.

Nonostante questa inaffidabilità che frantuma tutte le regole della società e del quieto vivere, o meglio ancora della rassegnazione di tutta la sua generazione, questo “protagonista altro” fa vivere ai componenti della band momenti unici, in cui la speranza di un mondo migliore, la possibilità di realizzarlo attraverso un’azione concreta, diventa possibile, a portata di mano.

Anche se ognuno dei ragazzi della band dopo questa esperienza ritornerà alla propria vita, per lo più già segnata dai genitori, già definita a priori, in realtà ricorderanno questi momenti come quelli in cui si sono sentiti totalmente vivi.

Per un momento, la passione che vivono, li ha resi liberi.

Dopo il successo della Trilogia della Provincia, Oscar De Summa torna alle atmosfere e ai colori del sud con un racconto di conflitti e passioni intenso, corale, generazionale.

 

Oscar De Summa

Formatosi alla scuola di teatro della Limonaia presso il Laboratorio Nove con Barbara Nativi, si specializza con due corsi di «Alta formazione per attori» di Polverigi e di Milano(ricordiamo tra gli altri insegnanti Marco Martinelli, Adriana Borriello, Mohamed Driss, Laura Curino, Gabriele Vacis, Thierry Salmon). Frequenta vari stage di Claudio Morganti, Alfonso Santagata prima e di commedia dell’arte con Antonio Fava dopo. Da subito affianca al lavoro di attore presso diverse compagnie (ricordiamo “La scena del consiglio” di Claudio Morganti e Renata Molinari; “L’ora di tutti” di Maria Corti regia Pamela Villoresi; “Satelits Obscens” Fura del Baus; “Miles Gloriosus” di Plauto regia Marinella Anaclerio; “Mercante di Venezia” con la regia di Massimiliano Civica , premio Ubu 2009 per la regia, “premio Vittorio Mezzogiorno” agli attori) con quello di autore e regista (“Diario di Provincia”; “Hic Sunt Leones”; Riccardo III; Selfportrait”, pubblicato dalla Minimun fax nella raccolta “Senza corpo. Voci della nuova scena italiana” a cura di Debora Pietrobono).

Negli ultimi anni ha sviluppato il suo percorso in due diverse direzioni; il progetto “contemporaneamente Shakespeare” che prevede la messinscena di opere del bardo per una fruizione popolare e di ricerca: “Riccardo III” “Amleto a pranzo e a cena”, “un Otello altro”, “Riccardo III e le regine”. E dall’altro lato il lavoro di autore. Da segnalare la Trilogia della Provincia che ha ricevuto riconoscimenti nazionali di pubblico e di critica: “Diario di provincia”, “Stasera sono in vena” (finalista premio ubu 2015, finalista premio rete critica, premio Cassino off); “La sorella di Gesucristo”. La Trilogia ha ricevuto il premio rete critica 2016, il premio Anct Hystrio 2016 e il premio Mariangela Melato 2017.


Soul Music - dal lato opposto

Di e con Oscar De Summa

Progetto luci e scene Matteo Gozzi

Realizzazione scene Maurizio Tell

Arrangiamenti musicali Davide Fasulo

Produzione La Corte Ospitale


Ingresso: 10 Euro  


Pubblicato il 
Aggiornato il