La Strage del Rapido 904 - Comune di Collecchio

notizie - Comune di Collecchio

La Strage del Rapido 904

La Strage del Rapido 904

La necessità della memoria: per ricordare la strage sul treno rapido 904, tragedia che ha visto una giovane gaianese ed il suo fidanzato tra le vittime, l’Amministrazione comunale di Collecchio promuove un intenso momento di commemorazione con un’iniziativa rivolta alle scuola ma aperta a tutti i cittadini in occasione del 35° anniversario.

Una storia ormai lontana, ma indelebile non solo nelle coscienze dei familiari delle vittime: era il 23 dicembre 1984 quando il rapido 904, proveniente da Napoli e diretto a Milano, viaggiava stracolmo di passeggeri diretti a casa per le feste di Natale, quando all’interno della galleria di San Benedetto Val di Sambro si compì un massacro di innocenti, con quindici morti e centinaia di feriti, tra i quali Susanna Cavalli e Pier Francesco Leoni, i due giovani che riposano insieme al cimitero di Gaiano.

 

Anche quest’anno -  spiega il Sindaco Maristella Galli - ricordiamo Susanna e Pierfrancesco, morti in una delle stragi di mafia che hanno insanguinato il nostro Paese, quella avvenuta il 23 Dicembre 1984.

Ancora una volta, per riflettere su un tema tanto importante, ci siamo rivolti innanzitutto ad un pubblico giovane, - continua la Galli - perché crediamo che siano i più giovani a dover capire quanto dolore la mafia ha portato e quanto dolore ancora sta portando all’Italia, perché dobbiamo favorire nei nostri ragazzi lo sviluppo di una cultura della legalità, della giustizia e della libertà che potrà garantire un futuro migliore a loro e alle loro famiglie.

Il percorso della memoria vedrà infatti il coinvolgimento di una parte degli studenti della scuola secondaria di primo grado, il cui esito sarà presentato nella prossima primavera.

 

Per ricordare insieme Susanna e Pier Francesco, l’appuntamento per tutti è a Gaiano per domenica 22 dicembre: alle 10 si celebra la Santa Messa alla chiesa parrocchiale mentre per le 11.30 si svolgerà la cerimonia di commemorazione presso il cimitero frazionale con la deposizione della corona.


 


Pubblicato il 
Aggiornato il