Open      
motore di ricerca

Guatelli Contemporaneo edizione 2017

Guatelli Contemporaneo edizione 2017

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, sabato 23 settembre 2017 dalle ore 16 inaugura, presso il Museo Ettore Guatelli di Ozzano T., la seconda edizione del progetto culturale Guatelli Contemporaneo.

Protagonista del pomeriggio sarà il frutto della residenza artistica svolta presso il Museo Guatelli, dai tre artisti vincitori di “OWIO – museum’s residency”, bando di concorso volto a promuovere momenti di studio e sperimentazione dedicati a giovani artisti.


La giornata di sabato 23 settembre si aprirà alle ore 16 con la tavola rotonda “Chi ha paura dell’arte?”.

Intorno all’interrogativo sull’intenzionalità dell’opera d’arte e sulla natura dell’essere artista, si incontreranno le voci di Franco Ferrero (Master Artist della residenza artistica OWIO – museum’s residency) e Giorgio Zanchetti (Docente di Storia dell’Arte Contemporanea dell’Università Statale di Milano) insieme a quelle di Mario Turci (Direttore della Fondazione Museo Ettore Guatelli) e Michela Zanetti (Assessore alla Cultura del Comune di Collecchio).


Il tema trattato introdurrà, alle ore 18 la presentazione delle opere realizzate da Aurora Biancardi, Mimì Enna e Cosimo Veneziano, i tre artisti selezionati tra i 135 partecipanti al bando “OWIO – museum’s residency” per vivere un percorso residenziale di ricerca all’interno del Museo Guatelli. L’approfondito studio del luogo, della sua storia e del territorio circostante ha portato alla realizzazione di opere site specific negli spazi del Museo. La mostra rimarrà aperta dal 23 settembre al 22 ottobre 2017. In occasione dell’inaugurazione non mancherà la possibilità di visitare il Museo insieme alle guide dell’associazione Amici di Ettore Guatelli e del Museo. Sarà, inoltre, offerta la possibilità di degustare vini naturali rifermentati in bottiglia, grazie all’azienda agricola Crocizia.

Lungo tutto il mese, fino al 23 ottobre, molte altre interpretazioni nasceranno grazie a conferenze, esposizioni e laboratori dedicati; senza dimenticare momenti ludici e conviviali.

Tra le numerose sfaccettature di cui è composta l’opera di Ettore Guatelli, l’indagine del progetto si focalizza infatti sul suo continuare ad essere presente, attuale e afferrabile ma alla stesso tempo perspicace, lungimirante e imprevedibile. In una parola: contemporanea.


Pubblicato il sabato 16 settembre 2017
Aggiornato il sabato 7 ottobre 2017